domenica 2 luglio 2017

Best of...Giugno!

Ogni giorno che trascorriamo ci lascia sempre un ricordo che, bello o brutto che sia, merita di essere conservato e tirato fuori dalla nostra memoria quando ne abbiamo voglia.
Per questo ho deciso di riprendere una bella abitudine che avevo messo da parte e fare parlare le immagini delle emozioni che ho vissuto e che vivrò nei mesi che ancora rimangono di quest'anno.


Ripartiamo da Giugno
mese di abbracci spontanei
carichi di nostalgie passate
e di sentimenti nuovi e ritrovati,
di tramonti che ti fanno battere il cuore,
di bellezza che sboccia giorno dopo giorno
e di sogni da rincorrere a perdifiato.






martedì 27 giugno 2017

Prezioso tempo


Dopo avere cantato almeno 10 ninna nanne in italiano, inglese, tedesco, baucinese e bisacquinese le due nane si sono finalmente addormentate ed ora riesco a scrivere due righe su questa giornata che si è conclusa. Ogni anno mi piace salutare il giorno del mio Compleanno con una parola e quella che ho scelto quest'anno è TEMPO.
Il tempo cambia tutto. Cambia noi stessi, il nostro aspetto, i nostri sentimenti e anche quello che ci circonda. A volte sembra scontato, altre volte ci sorprende e ci festeggia regalandoci emozioni, gioia, stupore e meraviglia per le cose che ci accadono: come i tantissimi messaggi di auguri che ho ricevuto oggi, l'abbraccio spontaneo e pieno di affetto dei miei ragazzi all'uscita da scuola, i girasoli che Federica mi ha regalato, la dolcezza della torta con le fragoline di bosco e panna che mi ha comprato la "Mama", i palloncini colorati sparsi in tutta la casa accompagnati dai gridolini di gioia delle bambine e il bacio rassicurante di Roby.
Grazie di vero cuore a tutti per essere e fare parte, anche solo di passaggio, del mio prezioso tempo.
Baci belli a tutti!!!! ❤



Ph. by Pinterest

martedì 6 giugno 2017

Abbiamo scherzato

Caro Giovanni,
abbiamo scherzato.
Fino alla scorsa settimana eravamo ancora tutti a commuoverci ed emozionarci per il 25mo "anniversario" della tua morte che, diciamocelo pure, proprio dignitosa non fu...
Manifestazioni, striscioni, foto ricordo, programmi in tv strappalacrime che manco Maria De Filippi con "C'è posta per te", i "noi non dimentichiamo" e tante altre belle cerimonie.
Poi ieri arriva a timpulata la notizia che  secondo la Cassazione anche Riina ha diritto a una morte dignitosa.
Ti viene da ridere? Pure a me.
Ma lo sappiamo bene io e te.
L'Italia è il paese dei balocchi e da ieri anche dei colpi di scena, per cui mi aspetto che da un momento all'altro qualcuno mi dica "Sorridi sei su scherzi a parte" e il "NON DIMENTICHIAMO" diventi finalmente una cosa seria.

martedì 23 maggio 2017

Ce la stiamo mettendo tutta



Caro Giovanni,
la verità è che ce la stiamo mettendo tutta a provare ad essere migliori di quello che eravamo. E per quanto si possa dire o lamentare che le cose non siano cambiate in realtà qualcosa di diverso c'è.
E me ne accorgo dallo sguardo orgoglioso di noi palermitani che resta fisso e guarda avanti senza più abbassarsi anche al solo sentire la parola mafia.
Me ne accorgo dalle parole di mia figlia che a 8 anni mi dice "Mamma, lo sai il giudice Falcone è stato ucciso dai mafiosi perché è stato coraggioso e ha lottato per noi".
Me ne accorgo dal fatto che nonostante siano passati 25 anni si parli di te, ci si emozioni e si pianga, come se la cosa fosse successa stamattina e perché anche quest'anno siamo usciti per le strade a urlare che noi la mafia la schifiamo e non la vogliamo.
Quello che non muore è il tuo impegno caro Giovanni e il tuo ma anche nostro profondo amore per questa città e questa  terra.
E noi ce la stiamo mettendo tutta davvero per cambiare le cose.
Piano, piano... Sodi, sodi com'è nostra usanza nel fare le cose.
Ma ci arriviamo.

sabato 13 maggio 2017

Io la faccio qui

Da qualche settimana la micronana ha iniziato ad annunciare agli altri componenti della casa il momento della cacca e della pipì . Primo positivo passo verso la liberazione dal pannolino.

"Pipì mammaaa!"
"corriamo subito, subito a prendere il vasino!"
"ino mamma, IOOOOO!"
"ok, toglilo tu il pannolino e ti siedi"
"pulicci mamma?"
"ahh la già fatta?"
"ti"
"ma la pipì... non c'è!"
"ino! ino!"
"eh no, micronana. La pipì devi farla nel vasino. Ti siedi e aspetti di sentire un rumorino che fa pssssss, e poi appena finisci ti alzi"
....
....
"Pipì! Mamma!"
"di nuovo? Ma non sono passati neanche 5 minuti!"
"ti, inovo!"
"Ino Iooooo"
"brava, hai fatto tutto da sola. Ora aspettiamo..."
"mamma Psssss! Pulicci?"


La strada è lunga, ma ce la faremo.

venerdì 12 maggio 2017

Scirocco

Il vento di scirocco di oggi ha portato scompiglio nei pensieri e nei sentimenti.
Ha scatenato gesti pieni di amore materno ricambiati da sorrisi e abbracci di figlie rumorose e canterine. 
Ha sfogato tensioni e nervosismi accumulati in una giornata di lavoro intenso.
Ha fatto venire voglia di anticipare l'estate, spogliarsi di vestiti appiccicosi e di buttarsi al mare.
Ha portato confusione in quelle decisioni che sembravano certezze.
Ha richiamato nostalgie ormai lontane.
E tiene svegli...in attesa di potersi addormentare e di fare un sogno che ci faccia quietare.


"In un abbraccio non si può fingere. C’è un certo senso d’appartenenza... In un abbraccio non ci sono barriere e, per un istante, ti fa sentire l’uno parte dell’altro. È un gesto morbido che avvolge tutto, anche le paure, le debolezze e le insicurezze..."
(Anna Biason)



domenica 7 maggio 2017

Sopra i tetti come gatti

Una domenica speciale
e
120 (o forse più!) gradini mi hanno portato a toccare il cielo con un dito e ad ammirare una Palermo dalla bellezza così forte da lasciarmi senza parole.









martedì 25 aprile 2017

Conforto

In questi mesi di silenzio mi sono chiesta più volte se chiuderlo o meno. Che senso ha tenere ancora un blog, letto praticamente da me e pochi amici, sul quale non scrivo da novembre scorso? Eppure di cose ne sono successe, belle o brutte, a movimentare la mia vita.
Poi questa mattina apro gli occhi e la prima cosa che mi è venuta in mente è stata lui. E li ho capito perché.
Da 5 anni lui c'è, che io scriva o no.
A ricordarmi del passato che ha scandito la mia vita, quando lo apro semplicemente per rileggerlo o trovare un post che mi interessa.
Ad accogliermi quando non ho niente da scrivere perché mi manca la voglia di farlo o perché non ho il tempo.
A farmi ritrovare quando mi sento smarrita e di non ritrovarmici più.
Lui esiste.
Cambia con me e mi rispecchia.
Aspetta pazientemente i miei tempi. Nessuna fretta, nessuna pressione, nessun sentirmi obbligata a...
E questo mi basta, mi da conforto.

Bienvenue legeresse allora!
E tanti auguri a te mio piccolo blog e ai nostri 5 anni insieme, fatti di parole ma anche di silenzi. ❤