domenica 21 febbraio 2016

Cuori di frolla alla crema di nocciole e fragole


E diciamola tutta!
Per chi come me non è bravissima a fare i dolci, la pasta frolla può diventare una vera e propria ancora di salvezza.
Al supermercato ne esistono di varie marche ma devo dire che da quelle più pubblicizzate alle meno costose i risultati sono sempre soddisfacenti, e questo vale, almeno per quanto mi riguarda, sia per le preparazioni salate che per quelle dolci.
Stamattina per esempio mi sono cimentata nella preparazione di dolcetti che a detta dei miei due degustatori ufficiali erano buonissimi (ma pochi!) e ai quali ho dato il nome di "Cuori di frolla alla crema di nocciole e fragole".

Ecco cosa occorre:
  • una confezione di pasta frolla già pronta
  • crema di nocciole o nutella
  • fragole mature 
  • 1 uovo
  • zucchero a velo
  • formine per dolci.
La preparazione è semplicissima.

Stendete la pasta frolla e ritagliate tanti cuori aiutandovi con le formine per dolci.
Con un cucchiaino ponete una noce di crema di nocciole al centro di ciascun cuore di frolla, senza spalmarla.
Lavate le fragole e tagliatele a metà. Poggiate ogni mezza fragola sulla crema di nocciole che avete messo sui cuoricini.
Con un pennellino spalmate l'uovo sulle parti di frolla non coperte dalla crema e infornate a 180° per 5-6 minuti.
A cottura ultimata, spolverizzate i cuori con lo zucchero a velo.

Per quanto riguarda le formine, chiaramente ognuno può scegliere quelle che preferisce di più. Io ho usato i cuori, ma vanno bene anche fiori o stelle. Unico accorgimento: scegliete le forme che abbiano un centro abbastanza ampio per evitare che durante la cottura la crema esca fuori.




lunedì 1 febbraio 2016

Ispirazioni dolciarie


La scorsa settimana Antea ha organizzato il primo compleanno della Micronana e vista l'occasione ha pensato di ordinare una torta speciale in pasta di zucchero.
Non che, questo genere di torte, la facessero impazzire visto che le ha sempre guardate con un pò di diffidenza perchè belle e appariscenti dall'esterno ma di poca sostanza dentro. Ma per la Micronana non voleva proprio rinunciare a qualcosa di unico e originale che potesse rimanere nella storia dei compleanni di famiglia.
E così con le idee ben chiare è andata nella pasticceria sotto casa, ha fatto conoscenza con il sig. Tonino, il pasticciere "creativo" addetto a questo genere di sculture di zucchero e su un post-it gli ha disegnato la torta per come desiderava che fosse: semplice, senza troppi ghirigori ma che richiamasse la freschezza e tenerezza di questo primo annetto della Micronana.
Infine è tornata a casa, avvolta da un profumo di zucchero a velo e piena di entusiasmo, annunciando a un diffidente Mr. Big che la torta l'aveva disegnata lei stessa e che aveva conosciuto il pasticciere creativo più disponibile e gentile del mondo.
"Sei sicura che poi non abbiamo sorprese e la torta è buona?" le aveva chiesto. "Sicurissima! E poi figurati, è piccola e non costerà neanche tantissimo!" Gli aveva risposto lei.

Sabato, il giorno della festa di compleanno, alle 19 in punto Mr. Big scende in pasticceria a prendere la torta che bella era bella, anzi di più...
Peccato che:
1. Quando ha visto lo scontrino per poco non ha dovuto chiamare la banca per chiedere un mutuo decennale;
2. lo zio Stecchino, che fortunatamente era con lui, stava per chiamare il 118 per soccorrere Mr. Big che era tra lo shockato e il furibondo.
 
In compenso, la tanto attesa festa di compleanno è andata benissimo.
La Micronana si è goduta i festeggiamenti, felice di avere la casa piena di bimbi, nonni, zii e palloncini colorati. Ha fatto "tao tao" salutando tutti con le sue manine paffute e ha urlato di gioia ad ogni scartamento di regalo.
La Nana, per l'occasione, si è vestita da Elsa di Frozen, ha giocato con i suoi cugini, ha litigato con la cugina Riccia calandosi perfettamente nella parte della Regina delle nevi soprattutto quando scocciata ha urlato a tutti "Adesso basta! Lasciatemi stare da sola!". Ha smontato le composizioni di palloncini e scartato con la sorella i regali "ma solo per aiutarla, mamma, perchè è piccola". 
Antea si è divisa tra i suoi ospiti, ha cercato di sedare la lite tra la Nana e la cugina riccia, ha fatto battute e sorriso anche tanto, evitando accuratamente lo sguardo minaccioso di Mr. Big pure contento per la Micronana, ma ancora sotto shock e furibondo per la sorpresa che il pasticciere creativo gli aveva riservato e intenzionato a regalare ad Antea un blocco da disegno sul quale lei avrebbe potuto sfogare le sue ispirazioni artistiche.

E la torta?
Davvero bellissima a vedersi e, nonostante i 10 cm della di base di polistirolo e i 7 cm reali di spessore del dolce a base di crema chantilly e fragoline, anche buonissima di sapore!