mercoledì 27 gennaio 2016

Uno

Ciao Cucciolina,
è già passato un anno?
Sembra ieri quando ho sentito per la prima volta il tuo pianto da paperetta e ho visto i tuoi occhioni pieni di curiosità scrutarmi come se volessero dirmi "ah finalmente ci conosciamo, mamma!".
Sei entrata nelle nostre vite in punta di piedi, come se non volessi sconvolgere troppo con la tua presenza quell'equilibrio a tre che per sei anni e mezzo si era venuto a creare tra me, papà e tua sorella.
Ci siamo annusate e accarezzate per riconoscerci e la tua dolcezza infinita ci ha fatto innamorare pazzamente di te, del tuo viso tondo, delle tue ciglia lunghissime, delle manine e di quei piedini perfetti e paffuti che non si smetterebbe mai di baciare.
Un anno è un bel traguardo, sai? E tu, piano piano, stai imparando a scoprire il mondo con quelle gambette che ormai ti portano ovunque tu vuoi e quel sorriso a quattro denti e mezzo che mostri a tutti quasi fossero un trofeo!
Ciao più piccola delle nanette, che ormai cammini da sola e nessuno ti può più fermare, che sai soffiarti il nasino senza che nessuno te l'abbia insegnato, che mi abbracci e con un "mmaaaa" mi dai tanti bacetti sbavosi, che quando prendi in mano una cosa vieni da me o da papà e con lo sguardo pieno di orgoglio dici "guadda quetto!" e guardi tua sorella con adorazione, sorridi alzando le sopracciglia quando fa delle monellerie e mi aiuti a svegliarla la mattina presto per farla andare a scuola chiamandola ad alta voce "Tattaaaa!".
Oggi era troppo complicato festeggiare il tuo primo Compleanno, ma ti assicuro che tra pochi giorni avrai la tua prima festa e i tuoi primi regali da scartare, la torta e la prima candelina da soffiare.
Perchè UN ANNO è un compleanno con la C maiuscola e non può passare inosservato ed io sto preparando tante belle sorprese tutte per te.

Tanti auguri micronanetta, ti voglio un bene infinito.

La tua mamma. 


 
 

 

mercoledì 13 gennaio 2016

Tornare


Si, ci sono.
Non sono sparita, anche se questo blog è rimasto in silenzio per circa due mesi.
A volte però allontanarsi per un po' fa bene. Aiuta a dare ordine ai pensieri e ai sentimenti.
Ed è proprio questo che ho cercato di fare nell'ultimo periodo.
Dare ordine e trovare risposte...
Perché ero ferma e non sapevo più quale era la direzione giusta per me. Volevo fare tante cose ma non sapevo da dove iniziare. Idee e progetti iniziati e poi accantonati.
E poi spazi vuoti lasciati da sentimenti abbandonati a se stessi che il tempo si è trascinato dietro ma solo per paura di perderli definitivamente.

Volete sapere se ci sono riuscita?
In parte si. E anche se per certi versi non è stato facile alla fine fermarmi mi è servito e adesso sono pronta per ricominciare.

Siamo a Gennaio e forse sono ancora in tempo per augurarvi Buon Anno.
Che questo 2016 sia per ciascuno di voi il "suo" anno. Quello della svolta, dei successi e delle piccole vittorie ma anche del coraggio nel saper affrontare gli "imprevisti" che di certo non mancheranno.

Arrivederci a presto!