martedì 31 dicembre 2013

Impressioni di dicembre

Di tutti i mesi dell'anno Dicembre è quello che ha più fretta di finire.
Dal 30 Novembre al primo di questo mese ti sembra che passi un'eternità e poi...Oplà! Neanche te ne accorgi che è già subito Natale e ti rendi conto che le cose da fare sono tantissime!
Ci sono le scatole con gli addobbi da prendere, l'albero da preparare, i regali a cui pensare, e via così... Ma questo non ti basta. E ovviamente tanto per renderti la vita ancora più semplice decidi di organizzare, per la prima volta da quando sei sposata, la vigilia a casa tua con tutti i parenti e tuo marito che ti dice "E' una follia invitare TUTTI!?!" e tu continui a rispondergli in uno stato di calma apparente, come direbbe Paola Turci, "Ma no? Perchè ci stiamo benissimo!", e quindi ti ritrovi a sistemare casa, cucinare, sapendo benissimo che l'indomani devi ricominciare di nuovo tutto daccapo.

Hei! Ma tutta questa ansia perché?
Calma. Fermati un attimo. Respira profondamente
Vivi tutto con tranquillità...almeno in questi giorni.
Del resto come dicono gli inglesi KEEP CALM IT'S CHRISTMAS!

Già, e in effetti è stato proprio così e a prescindere dalle corse degli ultimi giorni e dall'ansia di riuscire a fare tutto bene e in tempo, quest'anno il Natale l'ho superato indenne e con una gioia in me che da tempo non provavo e tutto questo grazie alla presenza e alla vicinanza delle persone che amo, di Big e della Nanetta innanzitutto, e poi della nostra famiglia "allargata" oserei dire. 
Per la prima volta ho provato una sensazione nuova di serenità e appagamento. Ogni anno in questo periodo ho sempre sentito la mancanza di qualcosa, invece stavolta è stato diverso. Non avevo bisogno di niente perché tutto quello che desideravo di più ce l'avevo già. Ed era vero, reale. 

Ma Dicembre, come dicevamo è rapidissimo, così neppure il tempo di abituarsi a questa atmosfera natalizia che domani è Capodanno e... Si ricomincia! Ma come di già!?!
Intanto oggi è tempo di bilanci e forse ce la faccio anche a fare una lista di buoni propositi per l'anno che verrà. Cose semplici, senza pretese: amare ed essere amata, stare bene, realizzare i miei sogni, portare avanti i miei progetti, sorridere, continuare a scrivere sul mio blog  e gioire di quello che succede nella mia vita sempre e comunque.
Per quanto riguarda il bilancio del 2013 che dire... Di sicuro è stato un anno importante, di quelli che non si dimenticano facilmente. All'inizio ci ha messo a dura prova, facendoci provare una grande paura, ma poi si è rivelato un anno positivo in cui io e chi mi sta vicino abbiamo dimostrato molta forza, coraggio e voglia di ricominciare  in tutti i sensi. Un anno in cui nuove e belle persone hanno portato speranza, sorrisi, allegria nella mia vita. Un anno di amicizie ritrovate e altre che il tempo, la distanza e le nostre vite in generale hanno allontanato riducendosi ad un semplice pensiero di auguri per le feste, ma non per questo dimenticate e poi di un miliardo di cose che ho fatto e di esperienze positive e a volte negative (ma che insegnano tanto però!) che ho vissuto, e che per questo lo hanno reso unico.


















Buon Anno a tutti, ai miei tesori, alla nostra famiglia "allargata", alle persone care, ai miei amici di sempre e a chi per caso passa di qua.
Che in questo 2014 ciascuno di noi riesca a realizzare i propri sogni, piccoli o grandi che siano....Auguri!



Ante@ 


mercoledì 25 dicembre 2013

Buon Natale





A

Auguri

Auguri Auguri

Auguri Auguri Auguri

Auguri Auguri Auguri Auguri

Auguri Auguri Auguri Auguri Auguri

Auguri Auguri Auguri Auguri Auguri Auguri

Auguri 
Auguri
Auguri 

martedì 24 dicembre 2013

Un dolce Natale

Passata l'arrabbiatura di qualche giorno fa, che poi non mi dura più di qualche ora giusto il tempo di sfogarmi, oggi mi sono dedicata ai pensierini da fare per Natale.
Per quest'anno ho deciso di non lasciarmi prendere dalla frenesia dei regali last minute ma di farli io personalmente.
Tra le mille idee che mi sono venute alla fine ho optato per quella un pò più impegnativa in termini di tempo e preparazione, ma che sicuramente non solo è gradita ma è in grado di trasmettere la dolcezza e il calore che il Natale racchiude in sé.
Così stamattina mi sono alzata prestissimo ho cercato la ricetta, preso tutti gli ingredienti e.... Tatààààà: ho inaugurato la stagione dei biscottini natalizi che poi ho "trasformato" in un pensiero da donare ai parenti e agli amici più cari! 
Quelli semplici di pasta frolla senza glassa, coperti soltanto con una spolverata di zucchero a velo.
Perché il Natale non ha bisogno di grandi cose o regali costosissimi ma di semplicità e gesti fatti con il cuore.










Chi volesse cimentarsi trova qui la ricetta:

Per 60 biscotti occorrono:

  • 300 gr. farina
  • 150 gr. burro
  • 100 gr. zucchero
  • 1/2 bustina di lievito
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 2 uova

Fate ammorbidire prima il burro nel microonde o a bagnomaria l'importante è non scioglierlo completamente.
Setacciate la farina a fontana su un piano così non rimangono grumi (io lo faccio dentro a un contenitore largo così non sporco). Mettete tutti gli ingredienti e lavorate la pasta fino a quando non diventa liscia e omogenea, ve ne accorgete quando è bella compatta e gli ingredienti vi si staccano dalle mani.
Appena è pronta avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigo per circa un'ora. A questo punto va stesa e tagliata con le formine natalizie che andrete a disporre su una teglia con la carta da forno.
Forno preriscaldato a 180° e poi cottura per 10 - 15 minuti. (Per i tempi però regolatevi a seconda del vostro forno, se è forte come il mio dopo circa 10 minuti li uscivo!).
Appena pronti potrete lasciarli così o fare come me che ho aggiunto una spruzzatina di zucchero a velo.
Suggerimento di una pasticciera sperimentale: non aspettate la cottura dei biscotti, appena iniziano a dorarsi usciteli perché comunque continuano la cottura fuori dal forno e in questo modo eviterete di bruciarli!!!


Per il confezionamento ho usato: nastri di cotone a quadretti rossi e bianchi/verdi e bianchi e le mollettine a tema natalizio che avevo comprato in un negozio a pochi euro   e poi i sacchettini di plastica lucida.
Per le mollettine devo dire che sono stata fortunata perché ho trovato per caso quelli a lavagnetta e così con un colore a matita argentato ho scritto "Auguri", ma ce ne sono davvero di graziose e non è difficile trovarle soprattutto in questo periodo. 

sabato 21 dicembre 2013

Sincerità è cuore aperto

"Sincerità è cuore aperto. La si trova in pochissime persone: quella che si vede di solito è soltanto una sottile dissimulazione per accattivarsi la fiducia altrui". François de La Rochefoucauld

Alla soglia dei quarant'anni, riesco ancora a stupirmi di come le persone possano compiere delle azioni senza pensare alle conseguenze e ancora peggio sapendo che quelli che subiscono tali conseguenze abbiano già le loro piccole e grandi difficoltà.
Ancora oggi mi chiedo che valore ha per le persone l'amicizia.
Ancora oggi mi chiedo qual'è il significato che la gente da alla parola "sincerità".
Sono arrabbiata e delusa.
E per oggi credo di avere detto tutto.



venerdì 20 dicembre 2013

Top 10 natalizia

Lo confesso è una mia debolezza...Ma a chi non capita ogni anno durante le settimane che precedono le feste natalizie di ascoltare  e canticchiare le canzoni ispirate al Natale facendosi trasportare dentro l'atmosfera gioiosa e frizzantina che questo periodo? 
Tra quelle classiche e quelle più pop e Christmas rock è veramente difficile non farsi prendere, io mi sono addirittura fatta una classifica di quelle che mi piacciono di più!
Vogliamo ascoltarle?
Ecco la mia Top 10!

1° "Have yourself a Merry Little Christmas" - Ella Fitzgerald




2° Jingle Bells Rock - Glee



3° Last Christmas - Wham!




4° "Christmas" (Baby Please Come Home)_ Michael Bublè




5° Jingle bells



6°All I want For Christmas is you - Maraya Carey




7° Let it snow - Dean Martin




8° White Christmas - Frank Sinatra






9°Rockin' around the Christmas tree - Brenda Lee





10° Winter wonderland - Darlene Love



mercoledì 18 dicembre 2013

La fatina dei dentini

Ieri mattina mentre era a scuola alla Nanetta è caduto il suo primo dentino.
La sera era con Antea ad amoreggiare sul divano e Mr. Big cercava di vedersi Report.
<<Mamma ma la Fatina dei dentini viene a prendersi il mio dentino?>>
<<Si tesoro, appare quando dormi, si prende il dentino caduto e lascia una monetina>>
<<Mamma ma la fatina è cattiva?>>
<<Ma no è una fata buona. Nanetta è ora di prepararsi per andare a dormire su!>>
<<Ma io ho paura della fata e non voglio che mi venga a trovare!>>
<<Paura di cosa Nanetta? La fatina è piccola piccola non può farti male. E poi viene quando tu dormi , non te ne accorgi nemmeno>> 
<<Io non voglio che si prenda il mio dentino perché ci sono affezionata!
Papààà! Scrivi un biglietto alla fata e le dici che io non voglio che si prenda il mio dentino!>> 
<<Ok, Nanetta le lasciamo il biglietto con scritto che il dentino non lo deve portare via, ma così non ti lascia nemmeno il soldino>>
<<No, le devi scrivere che il dentino è mio e non se lo deve portare ma il soldino me lo lascia lo stesso. Di cioccolata lo voglio>>.
Dopo un tira e molla di circa 20 minuti la Nanetta è crollata dal sonno attaccata come un koala al collo di Antea che esausta della giornata l'ha portata a letto.

Alle cinque di stamattina, nonostante il biglietto  di monito lasciato accanto alla scatoletta del dentino, la Fatina dei dentini è arrivata. Ha spruzzato un pò di polvere magica sulla Nanetta che dormiva beata e l'ha osservata divertita vedendola sorridere per il pizzicorino sul suo viso di quel talco dorato. Poi ha preso il dentino e lasciato in cambio un soldino brillante e un lecca lecca al gusto di arancia ed è volata via.



martedì 10 dicembre 2013

La strana voglia

Come non mi succedeva da anni, quest'anno Natale non mi sembra soltanto una ricorrenza da trascorrere con i parenti in cene e pranzi interminabili in cui tutto quello che si fa realmente è abbuffarsi di tutto di più e poi fare indigestione e stare male di stomaco per giorni...
Da quando è entrato dicembre, ma in realtà già da qualche settimana prima, mi sono fatta completamente prendere dall'atmosfera natalizia e una strana voglia di creatività si è impossessata di me portandomi da un capo all'altro della città alla ricerca di mercerie, "botteghe" dove trovi l'immaginabile e l'inimmaginabile per il fai da te, mercatini rionali e negozietti in cui con pochi euro puoi comprarti anche la luna, per procurarmi materiali e  tutto quello che mi può servire per realizzare addobbi natalizi e non solo!
I miei giri sono stati abbastanza soddisfacenti direi e il bottino che mi sono procurata non è niente male: tempere e pennelli, fogli di feltro rossi, verdi, rosa, gialli e turchesi, due matasse di lana blu e fucsia, ferri e uncinetto per lavorarle e 2 metri di nastro a quadretti rossi e bianchi sono adesso sul mio tavolo pronti per dare forma alle mille idee che in questi giorni mi frullano per la testa!