giovedì 27 giugno 2013

A little prayer for me

Ogni volta è sempre la stessa cosa, è come se il giorno del mio compleanno arrivasse senza preavviso ed io mi ci ritrovo sempre come per caso...
C'è da dire anche che questo è il mio ultimo anno da Trent...enne e con effetti soft ma a tratti laceranti - più psicologicamente devo ammettere che fisicamente (per fortuna!) - iniziano a farsi sentire su di me gli effetti della sindrome degli OHMIODIOTRAUNANNOSONOQUARANTA!!!! 
Ma è meglio non pensarci...Sono cose che succedono anche nelle migliori famiglie.
Mi sono persa... Ah sì, dicevamo del Compleanno. Giorno che in molti vivono con spensieratezza e gioia, speranzosi di sentirsi cantare un bel "Tanti auguri a te" accompagnato magari da una bella torta con tanto di candeline. Io invece il giorno del mio Compleanno non lo aspetto proprio, non mi sento pronta e l'unica cosa che mi viene in mente da fare è fuggire. Insomma credo di provare la stessa sensazione che vive un paracadutista che viene lanciato in picchiata da un aereo e fino a pochi metri da terra non riesce ad aprire il suo paracadute perché è bloccato dalla paura che questo salto nel vuoto di provoca...In fondo ho anch'io paura del mio futuro e di quello che sarà e preferirei vivere con le mie certezze.
Comunque sia, come mi ha detto oggi la mia nipotina con la saggezza dei suoi 4 anni "zia il tempo passa e le cose possono succedere" devo solo imparare ad accettarlo. Il resto verrà da sé.
Intanto, adesso so quello che in questo momento mi ci vuole: A little prayer for me.
Cin! Cin!








sabato 22 giugno 2013

Summer time is here!




E' ufficiale è cambiata la stagione e oplà! siamo già in ESTATE.
Si è fatta un pò attendere quest'anno la Regina delle stagioni ma alla fine è arrivata portandosi dietro un bel caldo afoso come bagaglio che mi viene quasi da rimpiangere i giorni freschi di qualche settimana fa.
Con l'estate mi è venuta la pigrizia. Starei a dormire ore e ore nel pomeriggio...Certo se la nanetta me lo permettesse e non mi saltasse addosso urlandomi nelle orecchie "Mammaaaaaa alzati giochiamoooo!!!!"
Quella che non mi manca mai, invece, e per fortuna in questo con la mia piccola siamo perfettamente d'accordo, è la voglia di andare al mare.
Come adesso che siamo pronte per partire... o quasi!

BUONA ESTATE!

Ingrata

Tutte le volte che vedo le mie amiche Cla e Li e ci mettiamo a raccontare delle nostre vite, dei nostri ex - colleghi di lavoro e facciamo i nostri bei propositi per rivederci presto  (anche se presto poi non è quasi mai, visto che ci si mede in media una volta ogni due mesi!) appena torno a casa mi metto inevitabilmente a pensare a come era la mia vita prima di andare in Cassa integrazione e poi di essere licenziata perché  come ci è stato detto l'azienda aveva problemi di liquidità.
Sarà perché ad oggi quest' azienda "in crisi di liquidità" come c'è stato comunicato nella letterina che ci hanno gentilmente recapitato a casa, senza prima anticiparci a voce quello che sarebbe stato il nostro poco roseo futuro, continua a realizzare progetti e ha preso nuovi collaboratori; sarà che mi dispiacere con condividere la quotidianità con i miei amici nonché ex -colleghi di lavoro che, nonostante tutto, vedo e sento tutt'ora e quando ci si vede  abbiamo mille cose da raccontarci e risate da condividere; sarà che amavo da morire il lavoro che facevo e per il quale ho dato veramente tutta me stessa portando avanti tutto con serietà e un senso di responsabilità che credetemi il mio ex (oggi tutto ex?) datore di lavoro non ha mai avuto.
Passato questo momento di malinconia da post - licenziata però ritorno alla mia vita presente che devo dire, considerando le prospettive non proprio favorevoli dello scorso anno, in realtà mi ha dato tante opportunità e un lavoro nuovo che, a parte un' iniziale periodo di adattamento (non proprio facile devo ammettere!) mi sta dando anche belle soddisfazioni visti i buoni risultati che sto ottenendo. Ed è qui, esattamente in questo momento che mi sento un'ingrata. Perché alla fine rispetto a tanti altri che hanno vissuto la mia stessa situazione sono stata molto più fortunata.